Log in

#Inter, cosa sta accadendo?

La partita di San Siro viene sbloccata dall’Inter con Eder nel primo tempo (23’) ma si fa raggiungere da un gol di Barberis (60’) nella ripresa, un’incubo per Icardi & company che ormai tra campionato e coppa Italia non vincono da undici partite.

Da registrare gli applausi della curva nord per Zenga, ex giocatore dell’ Inter, che risponde a sua volta con applausi e commozione.

A farne tesoro di questo ennesimo pareggio è proprio la Roma che si sblocca in un campo storicamente tra i più ostili.

La partita di Verona è stata indirizzata subito nel modo corretto dalla squadra capitolina che già dopo quaranta secondi era in vantaggio con un gol del suo oggetto più misterioso: Cengiz Ünder.

Il turco, pagato non poco dalla Roma, ha segnato con un tiro da fuori area insaccatosi alle spalle del portiere dell’Hellas Verona Nikolas.

La partita finisce col punteggio di 0-1 e la Roma sente finalmente odore di Champions tornando a meno uno dall’ Inter che attualmente è quarta.

Dall’altra parte del Tevere non se la passa sicuramente meglio la Lazio che a sorpresa perde per 1-2 in casa contro un’ottimo Genoa; la partita si sviluppa tutta nel secondo tempo quando l’ex Goran Pandev segna un gol al minuto 55’ che per i tifosi di casa sa di tradimento per l’ esultanza eccessiva nel festeggiare la rete, un vantaggio che dura poco infatti solo quattro minuti dopo Parolo riporta la partita in parità; per poi arrendersi ad un infinito Laxalt che nei minuti di recupero di testa insacca la palla che regala i 3 punti alla formazione allenata da Ballardini.

Var protagonista in questa partita quando all’80’ lo stesso Laxalt anticipando Caceres, segna; gol che poi grazie all’ arbitro al Var (Guida) sarà annullato dal direttore di gara Maresca.

Ma quanti dubbi…

Discorso differente per le prime due della classifica Napoli e Juventus che vincono e passeggiano rispettivamente contro Benevento e Sassuolo.

Nel derby campano finito 0-2 ci pensano i 2 traghettatori di questa stagione (Mertens prima e Hamsik dopo) a riportare i partenopei in vetta dopo la vittoria juventina nel pomeriggio.

All’ Allianz Stadium è stato praticamente un’allenamento per i bianconeri che con un rinato Higuain rispediscono in Emilia il Sassuolo con 7 palloni da raccogliere alle spalle per il portiere Consigli.

La lotta per la salvezza si fa interessante in quanto le ultime 6, impegnate nella lotta per non retrocedere, hanno tutte perso e sopratutto il Sassuolo viene da una striscia di partite non convincente.

La sorpresa negativa di questa stagione è il Chievo Verona che si trova a soli 3 punti dalla Spal terzultima, e anche in questa giornata ha perso di misura sul campo dell’Atalanta grazie alla rete segnata da Gianluca Mancini talentoso difensore classe 1996.

Questo ragazzo nato a Pontedera ma ex Perugia e cresciuto a livello calcistico nella Fiorentina fa volare la Dea con l’ausilio della Var; risultato giusto che premia la squadra che ha avuto maggiore voglia di portare a casa i 3 punti.

Ennesima dimostrazione del potenziale del settore giovanile italiano che sempre meno viene chiamato in causa privilegiando giocatori dalla dubbia provenienza.

Di seguito vengono riportati gli saltri risultati della 23esima giornata di Serie A:

03/02/2018 ore 18:00 Sampdoria - Torino 1-1 (11’ Torreira; 25’ Acquah)

04/02/2018 ore 15:00 Udinese - Milan 1-1 (9’ Suso; 76’ autogol Donnarumma G.)

04/02/2018 ore 15:00 Cagliari - Spal 2-0 (34’ Cigarini; 78’ Sau)

04/02/2018 ore 15:00 Bologna - Fiorentina 1-2 (41’ autogol Mirante; 44’ Pulgar; 71’ Chiesa).

Seguite la pagina Facebook di No#News per rimanere aggiornati su altri articoli e non dimenticate di condividere l'articolo!

Lascia un commento