Log in

#Indagine MioDottore: lockdown e alimentazione

MioDottore – piattaforma specializzata nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo DocPlanner – ha coinvolto i propri utenti in una indagine per scoprire quanto e in che modo l’attuale situazione di lockdown stia influenzando le abitudini alimentari degli italiani e la loro forma fisica.

  • Pubblicato in cronaca

#Quarantena e salute del sonno

Le limitazioni e lo stress connessi all’emergenza che stiamo vivendo hanno effetti negativi sul sonno e sull’umore aggravando le condizioni dei pazienti affetti da ansia e attacchi di panico.

  • Pubblicato in cronaca

#Al via il progetto ”consulenza online” di MioDottore

MioDottore – piattaforma specializzata nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo DocPlanner – presenta due nuovi prodotti, già testati con successo: la video consulenza online e il sistema di pagamenti online; per consentire ai pazienti, in un momento di particolare attenzione a non congestionare ospedali e a restare a casa, di svolgere dalla propria abitazione le abituali attività legate alla salute personale.

  • Pubblicato in cronaca

#Giornata mondiale del sonno: alcune considerazioni

Dormire bene è fondamentale e Fitbit lo sa! Il brand di dispositivi indossabili per la salute e il benessere, infatti, da oltre 10 anni monitora il sonno dei suoi utenti, rendendo ampiamente accessibili dal polso informazioni precedentemente disponibili solo a medici professionisti.

  • Pubblicato in cronaca

#Paure e disinformazione sul coronavirus, online e sui social

l coronavirus continua a fare paura. Stando agli ultimi dati (in continuo aggiornamento) diffusi dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel mondo sono 80.980 casi di contagio confermati (dei quali 78.190 in Cina), 2.762 i decessi (dei quali 2.718 in Cina).

  • Pubblicato in cronaca

#Vitamina D, ecco come scegliere l'integratore giusto. Integrazione giornaliera per prevenire le carenze nel tempo

Il consumo di farmaci a base di vitamina D in Italia cresce di anno in anno: nel 2017 la spesa pubblica per questi farmaci ha raggiunto i 260 milioni di euro e 12,6 italiani su mille li hanno assunti (il doppio rispetto al 2013) secondo l’AIFA, che proprio lo scorso ottobre, con la nota 96, ha posto nuovi limiti alla prescrivibilità di questi farmaci a carico del SSN.

  • Pubblicato in cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS