Log in

#L'autunno a Milano, visto dal grattacielo di Mi View

A poco più di un mese dalla sua apertura, Mi View Restaurant ha già fatto molto parlare di sé: i gourmet milanesi hanno accolto con gioia il nuovo volto e la nuova gestione di una delle location più amate della città, ristorante da sogno e già tempio della grande cucina italiana.

Mi View Restaurant è al 20esimo piano di uno dei più bei grattacieli milanesi, l’avveniristica Torre World Join Center in Viale Achille Papa e ripropone il concetto di “belvedere” per eccellenza offrendo una vista spettacolare a 360 gradi dello skyline di Milano e della Pianura Padana, dalle Alpi fino all'Appennino piacentino.

MI View Restaurant è’ voluto e ideato da Antonio Intiglietta, patron di Artigiano in Fiera e Artimondo per riunire e promuovere attraverso l’arte culinaria un’unica grande comunità, la cultura e la ricchezza delle migliori eccellenze artigiane italiane e del mondo, portando alla ribalta nazionale i produttori enogastronomici più genuini e virtuosi dai quali provengono le materie prime del menù e i grandi artigiani italiani che hanno fornito i pezzi unici dell’arredamento del locale. Gli artigiani e i produttori del sistema Mi View, hanno attenzione alla stagionalità e alla filiera di ogni ingrediente, dimostrano sintonia e legame con il proprio territorio e portano rispetto alla terra, mettendo bontà ed etica fin dai processi di allevamento, produzione, raccolto, packaging e logistica.

Un ristorante extra-ordinario, una cucina generosa

L’esordio del locale un mese fa ha segnato una svolta nella ristorazione milanese con una cucina generosa, colta e pensata per esaltare i profumi e i sapori delle materie prime scelte. Lo Chef Cristian Spagnoli per l’autunno ha pensato un menù sempre incentrato sui sapori intensi della terra e dei raccolti appena compiuti. Assieme alla sua giovanissima brigata Spagnoli elabora, interpreta e rende omaggio a ciascuno degli ingredienti inserendolo nel menù e nelle diverse portate.

Un menù come una passeggiata autunnale

La grande sfida di Mi View Restaurant è di cucinare sempre con le eccellenze produttive italiane, scegliendo stagione dopo stagione dei veri e propri “filoni narrativi”. Questo Autunno si parla della campagna che arriva in città, della fine della vendemmia, dei raccolti compiuti, dei fenili colmi e del vino novello.

Tra i primi piatti: il risotto “Vista su Milano” con carnaroli, zafferano Al muras di Pozzolengo e ossobuco brasato; il “Doppio tortello” con stracotto di Manzo e ricotta arrostita, miele di tiglio e polvere di cannella, “La tradizione in cocotte” con farro di Monteleone D.O.P. e legumi di Castelluccio I.G.P o ancora “Al ventesimo” spaghettone artigianale con aglio nero consorzio di Voghiera, olio extravergine di Collemaggio e peperoncino con cime di rapa e gambero rosso o “La cassoeula diventa una lasagnetta” con sfoglia alla farina di ceci e crema di polenta. Tra i secondi “Tenero di agnello” alla senape olandese D’Antonia con zucca, semi caramellati e morchelle, “Croccantezza di rombo” panato all’inglese con tartufo bianco d’Alba e patata della Sila” parisienne”, pregio di manzo, insalatina di spinaci freschi,

millefoglie di verdure e tortino di grano arso. Per i dessert: “Sensazioni autunnali” con cioccolato di Modica Peluso, sorbetto nocciola testelanghe e caffe’, composta di marasche, biscotto speculos, “Il sapore del Bosco” Cake alla zucca e castagna con morbidello al bergamotto di Prattico’e gelato all’anice e cannella, “Il Caldo Autunno di Sicilia” Sorbetto ai fichi e liquirizia, barbabietola e cioccolato bianco.

L'etica e la condivisione al centro del progetto Mi View e Artimondo






L’etica è uno dei valori fondanti del progetto Artimondo e Mi View Restaurant: da una parte, gli stessi artigiani che troviamo nel menù del ristorante, volti ad un’agricoltura e una produzione nel pieno rispetto della persona, in un equilibrio primordiale con l’ambiente. Dall’altra invece, la volontà di un sostegno concreto da parte di Mi View che devolve un euro per ogni scontrino emesso al progetto "Un nome e un futuro" dell’Associazione Pro Terra Sancta. In questo progetto i membri della comunità cristiana e islamica si sono uniti per proteggere e aiutare i bambini siriani orfani, abbandonati dalle famiglie o figli di donne vittime di violenza. Anche il ricavato dall’utilizzo del cannocchiale dell'azienda Vellardi sulla terrazza, sempre a disposizione dei clienti, sarà destinato allo stesso obiettivo, seguendo il motto di Antonio Intiglietta “Uno sguardo su Milano, un aiuto a chi ha bisogno” Intiglietta aggiunge poi: “Per i nostri artigiani il lavoro, quello che producono, è una vera e propria donazione, che ruota intorno ad una dimensione personale e alla comunità”. “Il contenuto del ristorante deve essere questo e la missione della brigata e dello staff è comunicarlo al meglio attraverso il menù”.

Un luogo e un sistema pensati come una piazza virtuale dove artigiani, partner e commensali hanno la possibilità di conoscersi ed interagire grazie a QR Code e sito web

L’etica intesa come comunità di valori diventa un motore e una forza concreta perchè Mi View Restaurant è pensato come piazza virtuale dove i protagonisti si incontrano e hanno la possibilità di conoscersi: nel piatto ovviamente, ma anche…Online! Il menù di Mi View Restaurant presenta un QR Code aggiornato costantemente che riconduce al sito Web del ristorante, entrando poi nella pagina del singolo piatto per scoprire i prodotti che lo compongono attraverso schede, immagini e video. Il sito web di Mi View Restaurant (www.miview.it) diventa quindi un vero e proprio “relais” di informazioni e contatti, sopportato anche dal sito di Artimondo (www.artimondo.it). L’utente quindi grazie al semplice gesto di inquadramento del QR Code con il proprio smartphone, avrà la possibilità di entrare direttamente nell’universo dei partner e fornitori che ha scoperto a tavola, per godersi semplicemente il racconto della loro realtà o entrare in contatto concretamente con loro.

Il team Mi View Restaurant

Mi View Restaurant nasce nel solco dell’esperienza della prima fiera artigianale mondiale l’Artigiano in Fiera e dello shop online internazionale Artimondo.it, concepiti con l'idea di riunire in un’unica grande comunità la cultura e la ricchezza delle migliori eccellenze artigiane italiane e del mondo. La cucina è guidata dallo chef Cristian Spagnoli, pluripremiato di gare e competizioni italiane e mondiali. Un complessivo di 16 tra sala e cucina persone per assicurare un’accoglienza e un servizio eccellenti, specchio dei valori del menù e dei temi portanti del progetto.

Un “lieu à vivre” ideale anche per i grandi eventi

Mi View Restaurant è ideale per ogni occasione di incontro e convivialità: pranzi e cene di lavoro, eventi, meeting aziendali o istituzionali. Inoltre, saranno disponibili due sale riservate - una delle quali è “Chef’s table” – per pranzi da 8/10 ospiti.

La proposta di Mi View comprende anche la possibilità di utilizzare, come location per grandi eventi, la World Join Center Square, una grande piazza coperta (2.000 mq), oltre che un attrezzato auditorium (206 posti), nella business area di eccellenza all’ingresso di Milano Ovest. WJC Square rappresenta la più grande piazza coperta della città: oltre 2000 mq di spazio attrezzato e modulabile, ideale per la promozione delle imprese milanesi e italiane attraverso eventi, sfilate di moda, mostre, lancio di nuovi brand, presentazione e esposizione di prodotti.

Mi View Restaurant
Viale Achille Papa 30, Milano
20159 Milano MI
www.miview.it

Seguite No#News Magazine sui social!