Log in

#Le righe sono il must have della bella stagione, i 10 segnali che lo dimostrano

Gli abiti a strisce non sono certo una novità nel mondo della moda, pare che il primo a “lanciarle” sia stato nientemeno che Napoleone Bonaparte quando decise di far indossare ai navigatori francesi una camicia bianca con ventuno fasce blu, una per ciascuna vittoria da lui riportata. Poi arrivò Coco Chanel, che rimasta colpita da un gruppo di pescatori che indossava delle semplici magliette a righe bianche e nere, ideò la famosa marinière che conquistò star del calibro Audrey Hepburn, Jacqueline Kennedy e Brigitte Bardot. Lo stile marinaro ciclicamente ricompare sulle passerelle d’alta moda, lo sa molto bene Jean Paul Gaultier, specialista della maglia brenton, quella in cui le righe iniziano un po’ più in basso del collo.

Eppure pare che quest’estate le righe siano particolarmente protagoniste, non solo sulle passerelle, ma anche nel food, nel design e nell’arte, a confermarlo uno studio condotto da Espresso Communication su oltre 40 testate internazionali dedicate a lifestyle, attualità e tendenze. I segnali sono chiari e possiamo sintetizzarli così:

1-La neo Duchessa del Sussex Meghan Markle alla finale di Wimbledon ha indossato una camicia a righe bianche e blu che ha dato molto nell’occhio mentre chiacchierava divertita con la cognata;

2-Instagram, la vetrina delle tendenze parla chiaro: sono oltre 7 milioni i post con l’hashtag #stripes e più di 400mila quelli sotto #striped;

3-La 94° edizione di Pitti Immagine Uomo, la manifestazione dedicata alla moda maschile, ha scelto di accogliere i propri visitatori con un’installazione, O.P Pitti Optical Power che è un trionfo di righe caleidoscopiche e motivi geometrici. Anche tra gli stand la riga non è mancata, ad esempio nella collezione di Versace il motivo a righe è stato il fil rouge che ha legato gli outfit proposti dalla casa di moda. Via libera alle righe anche sugli accessori, come nel caso di Bigi Cravatte Milano, una delle aziende di cravatte di alta qualità più rappresentative a livello nazionale e internazionale.


 

4-Nell’ambito del Mondiale di Russia da poco conclusosi, secondo la classifica delle maglie più belle stilata da GQ Uk, quattro delle prime sei rivisitano la classica maglia da calcio a righe: da quelle spezzate della Nigeria, la più amata e già sold out, a quelle pixellate dell’Argentina sul terzo gradino del podio, seguite dalla striscia rossa diagonale del Perù al quarto posto e dalle divise tratteggiate del Giappone al sesto;

5-Una donna londinese ha deciso di far dipingere la propria casa a righe bianche e rosse, suscitando l’ira del vicinato e attirandosi un’ingiunzione del Municipio di Kensington e Chelsea, che la obbligava a eliminare le righe entro 28 giorni. La stripes-maniac si è però rivolta ai giudici dell’High Court of London che le hanno permesso di mantenere le righe bianche e rosse;

6-Lo chef stellato Matías Perdomo nel suo ristorante Contraste in zona Navigli, a Milano, ha deciso di sfidare la tradizione reinterpretando la regina della cucina meneghina, la cotoletta, servendola in una versione a righe studiata per esaltare la struttura naturale del filetto di vitello. “In cucina le righe sono molto utilizzate, servono come guida per ottenere una geometria che può essere replicata, allo stesso modo, molte volte – afferma lo chef  – Per me sono fonte di ispirazione e spesso sono il punto di partenza per una nuova ricerca. Nella loro moltiplicazione o nella loro sovrapposizione danno vita ad una consistenza completamente diversa che sorprende il palato”;

7-Alla stripes mania non poteva sottrarsi l’arte. In questo campo, il padre indiscusso resta il francese Daniel Buren, autore de “Les Deux Plateaux” al Palais-Royal di Parigi, ma sono tanti i pittori che hanno deciso di giocare con questo motivo geometrico. Ne è un esempio l’artista portoghese Carla Sá Fernandes: nelle sue opere centinaia di righe colorate riempiono la tela in un’esplosione di colori divertenti, vibranti e luminosi;

8-Gli influencer adorano le strisce, prova ne sono gli ultimi outfit di Chiara Ferragni e Mariano di Vaio;

 

9-Il “Super Grissin de Milan” Vitavigor, lo storico marchio milanese di grissini, ha recentemente scelto di offrire ai suoi clienti un nuovo packaging esclusivo che si contraddistingue proprio per le righe. Ma perché sceglierle? “Per dare un look contemporaneo al prodotto in linea con le tendenze del mondo lifestyle, abbiamo aggiunto un pizzico di glamour e un tocco di eleganza alle bustine dei nostri grissini – afferma Federica Bigiogera, marketing manager di VitavigorEl Super Grissin de Milan oggi è custodito in Fashion Bustine a righe che esalteranno gli occhi e i palati dei ristoratori e delle clienti più esigenti. E abbiamo voluto confermare questa scelta anche per i nuovi Vitastick, i grissini integrali realizzati con Disney"

10-Tra i 24 migliori outfit sfoggiati al recente Royal Wedding selezionati dalla rivista Elle UK figurano il vestito a righe sui toni del fucsia, del verde e del giallo di Cressida Bonas, ex dello sposo Harry, e quello di George Clooney che ha puntato su un completo firmato Armani corredato da cravatta e pochette a righe bianche e giallo ocra, in tinta col vestito della moglie Amal.

Seguite la pagina Facebook di No#News per rimanere aggiornati su altri articoli e non dimenticate di condividere l'articolo!

Lascia un commento