Log in

#Il segreto celato per sempre

Lei era il frutto dell’amore fedifrago di suo marito.

Lei era il frutto dell’amore fedifrago di suo marito.

Cosa avrebbe dovuto farne di quel piccolo e indifeso fagotto che vedeva tremante tra le braccia di suo marito?

Forse, si disse, li avrebbe dovuti mettere alla porta tutti e due e non pensarci più.

Ma era inverno, fuori piovigginava di una pioggia mista a neve.

Dove sarebbero potuti andare? Non certo da Angelica, lei non c’era più, era morta.

Morta dopo un volo di oltre 10 metri giù dal ponte.

 

Guardò la piccola, occhi vispi e sorriso indifeso.

Aveva smesso anche di piangere, non aveva più lacrime, non c’era più latte per lei né l’abbraccio speciale della sua mamma.

Ci pensò.

La piccola era stata punita già troppo. Lei non aveva colpe.

Aveva pagato un prezzo già fin troppo alto e per colpe non sue.


 

Allungò le braccia e attese che suo marito le porgesse la piccola stella triste che era caduta nella loro casa.

In quell’istante lei seppe che da grande, avrebbe ricompensato quel gesto caritatevole che aveva appena ricevuto.

Malgrado, malgrado mai nessuno le avrebbe detto la verità.

Per la piccola stella triste la donna che ora la cullava tra le braccia era e sarebbe stata per sempre sua madre.

 

Del volo di Angelica nessuno le né avrebbe mai parlato. Lei non lo avrebbe mai saputo, malgrado, in fondo al suo cuore, ogni volta che passava sopra quel ponte, un piccolo sussulto come un battito d’ali di una libellula, si librava dentro al suo petto dicendole che infondo a quel ponte c’era un’altra verità.

Seguite la pagina Facebook di No#News per rimanere aggiornati su altri articoli e non dimenticate di condividere l'articolo!

Lascia un commento