Log in

#Cannes 2018: sul red carpet NO ai selfie e SI ai piedi nudi

Si è chiuso il Festival del Cinema di Cannes 2018 con due trionfi per l'Italia, il veto ai selfie sul red carpet e i movimenti femministi.

Si è appena conclusa la 71esima edizione del Festival del Cinema di Cannes che ha visto l’Italia trionfare con Marcello Fonte, miglior attore protagonista in Dogman e Alice Rohrwacher, premiata per la sceneggiatura originale di Lazzaro Felice.  

Al di là dei successi nostrani in campo cinematografico, questa edizione passerà alla storia come quella che ha visto bandire ufficialmente i selfie dalla kermese. Il direttore del festival Thierry Frémaux trova che i selfie siano “volgari, ridicoli e stupidi” e che rovinino il rito glamour della montée des marches, con i fotografi che immortalano la cerimonia. “Con Pierre Lescure (presidente del Festival), abbiamo deciso di vietarli totalmente” ha dichiarato Fremaux “In cima al red carpet, la banalità e il rallentamento del flusso provocati dal disordine dei selfie rovinano la qualità della sfilata, e quindi di tutto il festival”.

L’edizione di quest’anno è stata la prima dopo lo scoppio dello scandalo Harvey Weinsten, il produttore americano accusato di molestie da decine di donne con cui ha lavorato. A tal proposito l’attrice italiana Asia Argento, una delle sue vittime, ha tenuto un discorso durante la cerimonia di premiazione:

“Ho alcune parole da dirvi. Nel 1997, sono stata stuprata da Harvey Weinstein qui a Cannes. Avevo 21 anni. Questo festival era il suo terreno di caccia. Voglio fare un pronostico: Harvey Weinstein non sarà più benvenuto qui, mai più. Vivrà nell’infamia, evitato da una comunità cinematografica che una volta lo abbracciava e copriva i suoi crimini. E anche stasera, seduti fra voi, vi sono coloro che ancora devono rispondere per la proprie condotta nei confronti delle donne. Per il comportamento che non appartiene a quest’industria, che non appartiene a nessuna industria o posto di lavoro. Sapete che sto parlando di voi. Ma cosa più importante, noi sappiamo chi siete e non vi permetteremo di passarla ancora liscia.”

La battaglia delle donne è stato un tema molto sentito quest’anno al Festival francese, che ha visto presenziare i movimenti femministi di tutto il mondo come #MeToo e Time’s Up, tanto da portare alla creazione di un numero verde e di un apposito team per denunciare le molestie.

Ma venendo a discorsi più leggeri, questa edizione verrà ricordata anche per il gesto dell’attrice Kristen Stewart, presente alla kermesse con il ruolo di giurata, che durante la cerimonia di apertura ha avuto il coraggio di togliersi le stiletto nere firmate Christian Louboutin dal tacco altissimo e di salire le scale del Palais des Festivals a piedi nudi e con le scarpe in mano. Non è chiaro se l’attrice avesse semplicemente male ai piedi o se la sua fosse una sorta di protesta, fatto sta che il gesto è stato molto apprezzato soprattutto dai giovani sui social network. Viene da chiedersi cosa ne avrà pensato il direttore Femaux, vorrà bandire i piedi nudi dal red carpet per l’edizione dell’anno prossimo?

Vince la palma della più elegante la 49enne attrice Cate Blanchett, presente con il ruolo di presidente di giuria, che ha convinto tutti per la sua eleganza raffinata. Il suo look più particolare è sicuramente quello firmato Givenchy Couture con gonna multicolore e dolcevita profondamente scollato sulla schiena.

Indimenticabile il look sfoggiato nel corso della terza serata dalla bellissima modella russa Irina Shayk, presente alla kermesse in veste di testimonial di L’Oréal Paris. La top ha sfoggiato un sensuale abito Versace rosso fuoco caratterizzato da audaci aperture letteralmente tenute insieme da spilloni metallici.

Tra la parata di supermodelle ha spiccato Kendall Jenner (modella più pagata del mondo nel 2017) che si è presentata quasi in topless con uno abito trasparente effetto nuvola di Schiapparelli, nel corso della quinta serata. Non possiamo non notare le labbra più gonfie del solito, speriamo sia solo make-up e che la bella Kendall non stia seguendo l’esempio della sorella Kylie, nel sottoporsi a importanti ritocchi estetici in così giovane età (la modella ha 23 anni).

Seguite la pagina Facebook di No#News per rimanere aggiornati su altri articoli e non dimenticate di condividere l'articolo!

Lascia un commento