Log in

#Da Paola Barale a Carolyn Smith, si scatena sul web la #freakydance

«Dopo la cancellazione di EUROVISION SONG CONTEST 2020, in questo momento di emergenza mondiale, abbiamo ancora più bisogno di sentirci uniti, di ballare, cantare e sorridere! Per questo mi rivolgo a tutti gli “orfani di Eurovison”, per ricordare che la musica non conosce confini» afferma Senhit, che avrebbe dovuto partecipare all’ESC 2020 in rappresentanza di San Marino con il singolo “Freaky!”.

Senhit e Luca Tommassini, il creative director che l’avrebbe accompagnata nella gara, hanno deciso di regalare ai fan eurovisivi una divertente coreografia di “Freaky!”, che unisce passi di danza conosciuti da tutti ai movimenti che la cantante avrebbe portato sul palco!

È uscito il video tutorial per imparare tutti assieme la #freakydance che sta ricevendo grandi consensi e sta cominciando a diffondersi sempre più.

In poche ore ha, infatti, avuto migliaia di visualizzazioni e ha raggiunto personaggi come Paola Barale e Justine Mattera, superando i confini nazionali.

Qui alcune delle più belle interpretazioni:

Inoltre Senhit ha ideato e lanciato sulla sua pagina Instagram la challange #hugforesc2020 con l’intento di coinvolgere tutti i concorrenti dell’edizione cancellata in un virtual hug. Il primo nominato è stato Blas Cantò per la Spagna, al momento la catena ha coinvolto anche Cipro, Norvegia e Svezia!






Freaky! è un inno alla libertà pieno di energia, prodotto da Gianluigi Fazio e scritto dallo stesso Fazio con gli hit maker danesi Henrik Steen Hansen & Nanna Bottos. Un singolo con una forte carica electro pop e un groove funky, che lo rendono molto attuale e in linea con il percorso artistico di Senhit, una celebrazione della libertà di vivere fuori dagli schemi, senza preoccuparsi dei pregiudizi.

Il video, con la regia di Luca Tommassini, è interpretato dalla stessa Senhit insieme a cinque ballerini e rappresenta un inno alla gioia che abbatte i preconcetti sui modi di vivere l’amore e la vita, smonta gli stereotipi e invita a conquistare la propria libertà culturale e sociale nel rispetto di ogni individuo “We Wanna Break All The Rules/ And Make Up Some New”. I sei personaggi sono immersi in un tripudio di colori che richiama sia le mille sfumature dell’amore che i colori di tutte le bandiere del mondo e danzano al ritmo di “Some People Think Our Love Is Freaky” sull’acqua, simbolo di rinascita, attorno alla riproduzione di "L.O.V.E.” di Maurizio Cattelan, che rappresenta la ribellione verso chi ci vuole opprimere.

In un momento come l’attuale, difficile per tutto il mondo e nel quale la libertà personale viene necessariamente limitata per il bene dei singoli e della comunità, “Freaky!” e il relativo video – con i suoi colori e la sua vitalità, con i suoi simboli di rinascita e di ribellione - rappresentano anche un grido di rivolta verso la tristezza e la monotonia trasmettendo il messaggio che le nostre anime devono rimanere libere e, se non possiamo farlo fisicamente noi, sarà la musica ad attraversare tutte le frontiere e ad unirci, senza distinzioni di alcun genere.

Seguite No#News Magazine sui social!

   

Juri Signorini

Viaggiatore iperattivo, tenta di sempre di confondersi con la popolazione indigena.

Amante della lettura, legge un pò di tutto. Dai cupi autori russi, passando per i libertini francesi, attraverso i pessimisti tedeschi, per arrivare ai sofferenti per amore, inglesi. Tra gli scrittori moderni tra i preferiti spiccano Roddy Doyle, Nick Hornby e Francesco Muzzopappa.

Melomane vecchio stampo: è chiamato il fondamentalista del Loggione. Ama il dramma verdiano così come le atmosfere oniriche di Wagner.

L'opera preferita tuttavia è la Tosca, la quale si narra, ma non vi sono prove certe, lo abbia commosso fino alle lacrime...

SOCIAL PROFILES