Log in

#Annunciati gli headliner del Firenze Rocks 2018!

Firenze Rocks è un festival nato solo l'estate passata, ma che si è subito imposto nel panorama dei festival rock nostrani per la qualità delle band invitate ad esibirsi sul palco della Visarno Arena del capoluogo toscano.

Alle ore 14, sul sito del Festival sono stati infatti svelati tutti gli headliners che hanno accettato l'invito e sono FOO FIGHTERS,  GUNS N’ ROSES, IRON MAIDEN, OZZY OSBOURNE, AVENGED SEVENFOLD e JUDAS PRIEST, solo per iniziare, molti altre band si aggiungeranno nei prossimi giorni a popolare una line-up che si preannuncia straordinaria per un festival che l’anno passato ha accolto 140.000 fan da tutto il mondo.

I biglietti saranno disponibili in pre-sale nei prossimi giorni sulla App di Firenze Rocks - per Android e iOS, in seguito i biglietti saranno in prevendita nei circuiti www.ticketmaster.it e www.ticktetone.it.

Vediamo il calendario delle vendite ed il costo di biglietti e abbonamenti!

IRON MAIDEN

Dalle ore 11.00 di martedì 14/11 presale sulla App Firenze Rocks
Dalle ore 12.00 di mercoledì 15/11 su www.ticketmaster.it e www.ticketone.it
Biglietto Pit : 65 euro + prevendita
Biglietto Posto Unico: 55 euro + prevendita
VIP Rocks Party: 305 euro + prevendita

FOO FIGHTERS

Dalle ore 11.00 di mercoledì 15/11 presale sulla App Firenze Rocks
Dalle ore 12.00 di giovedì 16/11 su www.ticketmaster.it e www.ticketone.it
Biglietto Pit : 80 euro + prevendita
Biglietto Posto Unico: 70 euro + prevendita
VIP Rocks Party: 320 euro + prevendita

OZZY OSBOURNE/AVENGED SEVENFOLD/JUDAS PRIEST

Dalle ore 11.00 di giovedì 16/11 presale sulla App Firenze Rocks
Dalle ore 12.00 di venerdì 17/11 su www.ticketmaster.it e www.ticketone.it
Biglietto Pit : 65 euro + prevendita
Biglietto Posto Unico: 55 euro + prevendita
VIP Rocks Party: 305 euro + prevendita

GUNS N’ ROSES

Dalle ore 11.00 di venerdì 17/11 presale sulla App Firenze Rocks
Dalle ore 12.00 di sabato 18/11 su www.ticketmaster.it e www.ticketone.it
Biglietto Pit : 80 euro + prevendita
Biglietto Posto Unico: 70 euro + prevendita
VIP Rocks Party: 320 euro + prevendita

Saranno inoltre disponibili i seguenti abbonamenti:

4 giorni Pit: 280 euro
4 giorni Posto Unico: 235 euro

Firenze Rocks 2018 prenderà il via giovedì 14 giugno con l’unica data italiana dei FOO FIGHTERS. Da oltre vent’anni uno dei più celebri gruppi rock al mondo, dopo la lunga serie di sold-out inanellati nel 2017, tornerà in Italia sulla scia del successo del Concrete and Gold Tour (dal titolo del nuovo album uscito il 15 settembre che ha debuttato al #2 della classifica di vendita di album e vinili). Per dirla con le parole di Dave Grohl: “C’è ancora qualcuno che fa dischi rock, andiamo a conquistare questo cazzo di mondo”.

Altra esclusiva per l’Italia, il concerto dei GUNS N’ ROSES, venerdì 15 giugno sempre alla Visarno Arena nell’ambito di Firenze Rocks 2018. Per Axl Rose e compagni un ritorno a furor di popolo, dopo lo straordinario concerto sold-out la scorsa estate ad Imola davanti a 80.000 spettatori. Sin dal debutto, nel 1985, i Guns N’ Roses hanno dominato la scena rock mondiale, grazie al loro atteggiamento sfrenato e travolgente, guadagnandosi il titolo di una tra le band più importanti ed influenti di sempre, punto di riferimento per milioni di fan in tutto il globo. I Guns N’ Roses’ sono Axl Rose (voce, piano), Duff McKagan (basso), Slash (chitarra solista), Dizzy Reed (tastiere), Richard Fortus (chitarra ritmica), Frank Ferrer (batteria), e Melissa Reese (tastiera). L’ultimo tour Not In This Lifetime Tour ha venduto oltre 2 milioni di biglietti nel mondo nel 2016.

Sabato 16 giugno sarà la volta degli IRON MAIDEN, reduci dall’enorme successo del precedente tour mondiale a supporto del loro 16esimo album in studio The Book of Souls. La band tornerà in concerto in Europa nel 2018 con il loro Legacy of The Beast World Tour, ispirato al gioco mobile e al fumetto omonimi, con una set list che includerà le più grandi hit della band e qualche brano a sorpresa dall’ultimo disco. Il manager Rod Smallwood ha dichiarato: “Legacy of The Beast è un tema perfetto per questo tour perché dà modo al gruppo di esprimere la propria creatività e di divertirsi, in particolar modo ad Eddie! Ci saranno numerosi cambi di scena in perfetto stile Iron Maiden e vogliamo regalare ai fan un’esperienza indimenticabile con il nostro show!”.

Il tour di OZZY OSBOURNE comincerà a maggio dell’anno prossimo in Messico e sarà  il tour dell’addio. Il cantante, inserito nella Rock & Roll Hall of Fame, celebrerà domenica 17 giugno sul palco di Firenze Rocks oltre cinque decadi di carriera, come solista e come frontman dei Black Sabbath. Anche per OZZY, si tratta dell’unica data italiana. La nuova tournée segnerà l’addio dai palchi dopo oltre 2.500 concerti in tutto il mondo. “Le persone continuano a chiedermi quando mi ritirerò – racconta Ozzy – questo sarà il mio ultimo tour mondiale, dunque successivamente sarà più difficile vedermi sul palco”.  OZZY sarà accompagnato dai suoi fedeli collaboratori: Zakk Wylde (chitarra), Blasko (basso), Tommy Clufetos (batteria) e Adam Wakeman (tastiera). Sempre domenica 17 giugno, sul palco della Visarno Arena, attese altre due colonne del genere: gli storici JUDAS PRIEST, oltre 40 anni di carriera e vincitori nel 2010 del Grammy Award per la miglior ‘esibizione metal’ e gli AVENGED SEVENFOLD,  che hanno appena pubblicato la versione deluxe dell’acclamato “The Stage”, che all’originale aggiunge inediti, cover e live.

Io ci sarò di sicuro! Voi che fate? Appuntamento sotto il palco allora!!!!

Seguite la pagina Facebook di No#News per rimanere aggiornati su altri articoli e non dimenticate di condividere l'articolo!

Juri Signorini

Viaggiatore iperattivo, tenta di sempre di confondersi con la popolazione indigena.

Amante della lettura, legge un pò di tutto. Dai cupi autori russi, passando per i libertini francesi, attraverso i pessimisti tedeschi, per arrivare ai sofferenti per amore, inglesi. Tra gli scrittori moderni tra i preferiti spiccano Roddy Doyle, Nick Hornby e Francesco Muzzopappa.

Melomane vecchio stampo: è chiamato il fondamentalista del Loggione. Ama il dramma verdiano così come le atmosfere oniriche di Wagner.

L'opera preferita tuttavia è la Tosca, la quale si narra, ma non vi sono prove certe, lo abbia commosso fino alle lacrime..

Lascia un commento