Log in

#Una festa esagerata: una classica commedia napoletana

UNA FESTA ESAGERATA

regia: Vincenzo Salemme
soggetto: Vincenzo Salemme 
fotografia: Stefano Salemme
sceneggiatura: Vincenzo Salemme, Enrico Vanzina
montaggio: Luca Montanari
musiche: Nicola Piovani
cast: Vincenzo Salemme, Massimiliano Gallo, Tosca D'Aquino, Iaia Forte, Nando Paone, Giovanni Cacioppo, Francesco Paolantoni
 
anno: 2018
nazione: Italia
produzione: Medusa Film
distribuzione: Medusa Film
genere: commedia
data uscita in Italia: 22 marzo 2018
durata: 90 min
giudizio complessivo:
impegno: 

A partire dal 22 marzo al cinema sarà possibile vedere Una festa esagerata, la nuova commedia di Vincenzo Salemme. Nato come spettacolo teatrale, ha riscosso così tanto successo da convincere il regista a farne anche una trasposizione cinematografica.

Napoli, casa Parascandolo. I preparativi per la magnifica e tanto attesa festa dei diciott’anni di Mirea, la figlia di Gennaro, sono quasi ultimati. Teresa, la moglie ambiziosa e scalatrice sociale, ha deciso di fare le cose in grande e ovviamente non ha badato a spese: dal catering agli arredi, dai camerieri a musicisti famosi. Tutto deve essere perfetto. Gennaro, pur di accontentare le donne della sua vita, è disposto ad assecondare ogni loro singolo capriccio e a spendere una fortuna per una festa che lui stesso definisce esagerata. Quando tutto sembra pronto e gli invitati iniziano ad arrivare un inaspettato lutto proveniente dal piano di sotto cambierà completamente la situazione. Cosa fare ora? Continuare a festeggiare oppure rimandare il diciottesimo?

Come già detto precedentemente Una festa esagerata nasce come commedia teatrale e la trasposizione cinematografica ha deciso di mantenere alcune delle sue caratteristiche principali. Il racconto infatti si svolge tutto in un’unità di tempo e di luogo ossia la situazione nell’attico dei Parascandolo due ore prima della festa. Non ci sono pause narrative, la trama è semplice e ben ritmata. Si potrebbe dire che sia un’unica ed estenuante corsa alla ricerca di una soluzione che permetta all’evento di svolgersi.

La vicenda ruota attorno alla figura di Gennaro Parascandolo, interpretato dal comico teatrale Vincenzo Salemme. Egli è un piccolo eroe moderno spaesato dall’effimerità dei tempi in cui viviamo. Un piccolo imprenditore edile onesto che si ritrova in mondo ipocrita, volgare, ignorante e cinico dove non esiste nemmeno più il rispetto per gli altri e per i defunti. Gennaro si accorge a malincuore che rievocare i tempi passati ricchi di valore non serve nemmeno più, è circondato ormai da persone irreparabilmente cattive ed opportuniste.

 

A detta dello stesso regista: “Credo che questo film abbia due punti di forza: umanità dei personaggi e comicità travolgente. Sui palcoscenici dei più grandi teatri italiani ho potuto mettere a punto l’efficacia di certe battute, ed al cinema ho potuto arricchirle con l’esperienza di un cast diverso da quello teatrale che ha apportato nuova freschezza ad una struttura già solida.”

La colonna sonora a cura di Nicola Piovani, vincitore del premio Oscar per La Vita è Bella, accompagna efficacemente i vari momenti del film. Questo film è un genere del tutto nuovo per il celebre compositore e gli ha permesso di ripescare e riadattare canzoni tradizionali italiane.

Una festa esagerata è dunque strutturata come una classica commedia napoletana che però cerca di superare e abbattere in maniera brillante alcuni dei clichè e dei luoghi comuni che più rappresentano la città di Napoli.

Seguite la pagina Facebook di No#News per rimanere aggiornati su altri articoli e non dimenticate di condividere l'articolo!

Video

Lascia un commento