Log in

#Everything Sucks!: nostalgia degli anni '90

EVERYTHING SUCKS!

showrunner: Ben York Jones, Michael Mohan
sceneggiatura: Ben York Jones, Michael Mohan 
musiche: Hrishikesh Hirway
cast: Jahi Di'Allo Winston, Peyton Kennedy, Patch Darragh, Claudine Mboligikpelani Nako, Quinn Liebling, Elija Stevenson, Rio Mangini, Sydney Sweeney
 
stagioni: 1 - in corso
episodi: 10
anno: 2018
nazione: Stati Uniti
produzione: Netflix
distribuzione: Netflix
genere: teen drama, commedia
data uscita in Italia: 16 febbraio 2018
durata: 20 min

Lo scorso 16 febbraio ha debuttato su Netflix la nuovissima serie originale dal titolo Everything Sucks!. Dopo il successo esorbitante di Stranger Things, un esplicito tributo agli anni Ottanta, ecco che la piattaforma di streaming americana rilascia una spassosissima commedia adolescenziale ambientata alla fine del ventesimo secolo.


 

È il 1996 e nel un piccolo liceo di provincia di Boring, Oregon, due gruppi di studenti decidono di unire le proprie forze nella realizzazione di un film amatoriale di fantascienza. Protagonisti della storia sono i due ragazzini Luke O’Neil e Kate Messner, entrambi membri del club dell’audiovisivo, una realtà assai consolidata in quegli anni. Lui, di origini afroamericane, è stato abbandonato dal padre con il quale condivideva la medesima passione per il cinema, lei, invece, orfana di madre, è stata cresciuta da un genitore affettuoso nonché preside del liceo. L’intera stagione ruota attorno alle vicende amorose e ai drammi adolescenziali che i due personaggi vivono quotidianamente: uno è perdutamente innamorato dell’altra, come ovviamente solo un quattordicenne alle prime esperienze possa esserlo, lei, invece, lo vede solamente come un amico dal momento che è alle prese con la propria omosessualità.

L’eterno conflitto tra “nerd contro fighi” è una delle tematiche principali su cui si basano tutti e dieci gli episodi. Niente di nuovo dal punto di vista televisivo. Serie come Beverly Hills, Dawson’s Creek e Freaks and Geeks, cui Everything Sucks! prende liberamente ispirazione, hanno letteralmente scritto la storia di questo particolare genere. In questo specifico caso il gruppo audiovisivo, composto per lo più da nerd, è costretto a vedersela con il gruppo teatrale, ritenuto da tutti uno dei club più esclusivi della scuola. Insieme, infatti, collaboreranno nella realizzazione di un breve film che darà loro l’opportunità di stringere un forte amicizia.

Ricca di momenti commoventi e memorabili, questa serie televisiva è uno dei tanti prodotti targati Netflix che ha come protagonisti adolescenti con lo scopo di suscitare nel fruitore un forte senso di nostalgia. Dopo Stranger Things e Dark, Everything Sucks! ci mette davanti oggetti del passato di cui avevamo dimenticato completamente l’esistenza come ad esempio i CD, i videoregistratori, le videocamere a nastro, le VHS, gli Oasis e i walkman. Tutto materiale d’epoca che offre la possibilità al fruitore di immergersi completamente nella storia perdendosi anche tra i suoi ricordi.


 

Per certi versi Everything Suck! si può addirittura considerare uno dei migliori teen drama presenti sulla piattaforma. A differenza di The End of the F***ing World, Riverdale e 13 Reasons Why, questo show riesce a mantenere una certa delicatezza nelle tematiche trattate specialmente per quanto riguarda i momenti più tristi. Certamente non si può gridare al capolavoro, ma sicuramente ne è caldamente consigliata la visione.

Seguite la pagina Facebook di No#News per rimanere aggiornati su altri articoli e non dimenticate di condividere l'articolo!

Video

Lascia un commento