Log in

#Caravaggio: L’Anima e il Sangue

CARAVAGGIO: L'ANIMA E IL SANGUE

regia: Jesus Garces Lambert
soggetto: Cosetta Lagani
fotografia: Massimiliano Gatti
sceneggiatura: Laura Allievi
musiche: Matteo Curallo
cast: Manuel Agnelli, Emanuele Marigliano, Claudio Strinati, Mina Gregori, Rossella Vodret
 
anno: 2018
nazione: Italia
produzione: Sky, Magnitudo Film
distribuzione: Nexo Digital
genere: documentario d'arte
data uscita in Italia: 19 febbraio 2018
durata: 90 min
giudizio complessivo: 
impegno: 

Il 19, 20 e 21 febbraio debutterà nelle sale cinematografiche Caravaggio – L’Anima e il Sangue, il nuovo documentario prodotto da Sky in collaborazione con Magnitudo Film. Dai creatori di Raffaello – il Principe delle Arti e Firenze e gli Uffizi, lasciatevi trasportare in un viaggio emozionante attraverso le opere di uno dei pittori italiani più amati e famosi della fine del Rinascimento: Michelangelo Merisi detto il Caravaggio.

Attraverso un’approfondita indagine investigativa tra testimonianze storiche, documenti, verbali e denunce, tutta la vita del noto artista viene messa a nudo rivelando, per la prima volta sul grande schermo, anche i segreti più reconditi. La storia prende forma il 29 settembre 1571, giorno in cui Michelangelo Merisi venne battezzato e va avanti nella sua narrazione raccontando in maniera impeccabile ogni suo tormento e incubo. La ricerca ha inizio nell’Archivio Storico Diocesano di Milano dove sono custodite fonti documentali riguardo alla sua infanzia e formazione per poi spostarsi all’Archivio di Stato di Roma, ricco scrigno di testimonianze preziosissime che completano il ritratto di un artista che all’epoca era ritenuto tenebroso, spavaldo ed incline alle baruffe.

Milano, Firenze, Roma, Napoli, la Sicilia, Malta: 5 città, oltre 15 luoghi d’arte e più di 40 opere mostrate. Canestra di Frutta, Ragazzo morso da un ramarro, Bacchino Malato, la Vocazione di San Matteo, Giuditta e Oloferne, Scudo con la Testa di Medusa, Davide con la testa di Golia, Sette Opere di Misericordia e Decollazione di San Giovanni Battista sono alcuni dei quadri più rappresentativi del repertorio caravaggesco che vengono minuziosamente descritti, nel documentario, in ogni loro singolo particolare.

La narrazione si sviluppa sostanzialmente su due livelli diversi: una parte caratterizzata da digressioni artistiche e un'altra, invece, ricca di scene simboliche. Innanzitutto ogni opera d’arte viene raccontata e spiegata magnificamente da critici e studiosi d’arte. In questo documentario prendono la parola il Prof. Claudio Strinati, storico dell’arte ed esperto di Caravaggio, la Prof.ssa Mina Gregori, presidente della Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi e la Dott.ssa Rossella Vodret, curatrice della mostra “Dentro Caravaggio” a Palazzo Reale. Negli intermezzi, tra un quadro e l’altro, vengono inserite scene particolarmente evocative che diventano delle vere e proprie metafore del pensiero e della condizione esistenziale dell’artista. La voce dell’io interiore di Caravaggio è affidata al cantante Manuel Agnelli capace di emozionare il fruitore e sconvolgerlo allo stesso tempo.


 

I protagonisti attivi nella scena sono per lo più gente comune come lo erano i popolani che venivano selezionati da Caravaggio come modelli dei suoi quadri. La particolarità di questo documentario è l’impatto visivo finale che il fruitore ha dell’opera. I quadri sembrano prendere vita, diventano tattili confondendosi con la realtà. Questo effetto è dovuto all’impiego di evolute elaborazioni grafiche che hanno permesso prima di tutto di restituire maggiore enfasi all’illuminazione dipinta e inoltre ha consentito di ricostruire e riposizionare ogni singola opera nel suo contesto originario.

Caravaggio – l’Anima e il Sangue è un viaggio immersivo alla scoperta di particolari inediti nell’arte e nella vita di Caravaggio, un documentario palpitante che racconta come l’audacia e il genio di un uomo non furono solo fonte di tormento, ma uno slancio verso la gloria eterna. 

Seguite la pagina Facebook di No#News per rimanere aggiornati su altri articoli e non dimenticate di condividere l'articolo!

Video

Lascia un commento